Parada Pogolotti | ABOUT US
18859
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-18859,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-1.7.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.3.5,vc_responsive
PARADA POGOLOTTI

Parada Pogolotti è un progetto di ricerca e cooperazione culturale ideato dall’associazione Radici erranti e dall’artista Irene Pittatore.
Promuove lo sviluppo di un Osservatorio sul quartiere operaio Pogolotti, fondato all’Avana nel 1911 dall’imprenditore italiano Dino Pogolotti, originario di Giaveno (TO).
La vitalità che Redencion, il barrio obrero Pogolotti, esprime a più di cento anni dalla sua fondazione è il prezioso esito di un complesso percorso migratorio. Il quartiere, costruito sul modello dell’edilizia sociale europea, è caratterizzato da una forte identità culturale afro-caraibica.

Parada Pogolotti, nel corso del 2014 e del 2015, ha attivato iniziative di cooperazione fra scuole e centri anziani, percorsi di promozione turistica (in collaborazione con Viaggi solidali) e un progetto artistico di natura collaborativa (sfociato alla XII Bienal de la Habana) in stretta sinergia con il Taller de Transformación Integral del barrio, con la professoressa Acela Caner, la direttrice del Taller Noemì Reyes Herrera, l’artista Lesbia Vent Dumois e la critica d’arte e saggista Graziella Pogolotti.

Nel 2016 Parada Pogolotti prosegue il suo corso attraverso la piattaforma web, promuovendo studi, opere e pubblicazioni dedicati al barrio e alla famiglia Pogolotti a partire dal 2002, anno in cui Pino Chiezzi e Rita Marchiori – co-fondatori dell’associazione Radici erranti e allora Consigliere regionale e Direttore del Settore Cultura della Regione Piemonte – hanno dato avvio, con la Regione Piemonte, alla realizzazione di ricerche, produzioni teatrali e cinematografiche in collaborazione con l’Università degli Studi di Torino, associazioni e case di produzione del territorio (Assemblea Teatro e UNA Film).

RADICI ERRANTI

L’associazione culturale, costituita nel 2014, si propone di approfondire il principio del meticciamento culturale e umano che le vicende di Pogolotti rappresentano.
Radici erranti ha la finalità di valorizzare esperienze migratorie di particolare interesse, così come progetti di tipo costruttivo, artistico o intellettuale che abbiano la caratteristica di realizzare un incontro tra culture e persone diverse.
Si ricercano esperienze che esprimano vitalità e manifestino la fecondità di opere nate dall’impegno di persone non native del luogo ove sono effettivamente intraprese o portate a termine, nella convinzione che la conoscenza di queste esperienze consolidi legami fra realtà diverse che sono frequentemente oggetto di separazione e contrapposizione.
Il consiglio direttivo è costituito da Pino Chiezzi (Presidente), Rita Marchiori, Enrico Bestente e Enrico Moriconi (Consiglieri).

IRENE PITTATORE

Laureata al Dams dell’Università di Torino, è artista visiva e performativa. È co-fondatrice di Impasse, associazione culturale che opera per estendere e contaminare i contesti di produzione e fruizione dell’arte contemporanea e per la tutela del lavoro intellettuale.
La sua pratica artistica concentra l’attenzione sulle responsabilità individuali, culturali e sociali dell’artista rispetto al contesto di intervento.
Lavora al libro d’artista A book To Be (edizioni Archive Books), opera dedicata alle nuove forme d’arte nella sfera pubblica in relazione a processi di trasformazione urbana, a cura di Nicoletta Daldanise.
Da dieci anni, inoltre, sviluppa progetti di valorizzazione e documentazione creativa per istituzioni, aziende e professionisti.
www.irenepittatore.it.

160

STUDENTI COINVOLTI

19

PARTNER

5000

CARTOLINE STAMPATE

2

CONTRIBUTI OTTENUTI

team_image
Pino Chiezzi

Ingegnere, già Consigliere comunale, Assessore per la Città di Torino e Consigliere regionale della Regione Piemonte. Ha aperto uno studio di pittura ed è Presidente di Radici erranti. Considera il barrio Pogolotti uno straordinario esempio di edilizia urbana dei primi del Novecento per tipologia degli edifici e per qualità socio-culturali dell'agglomerato.

team_image
Rita Marchiori

Laureata in Economia e Commercio all'Università degli Studi di Torino, già Direttore del settore cultura della Regione Piemonte.

team_image
Enrico Moriconi

Laureato in Medicina Veterinaria presso l'Università di Torino, già Consigliere regionale della Regione Piemonte.

team_image
Enrico Bestente

Tecnico industriale, ha lavorato nell'industria, come lavoratore autonomo e nel pubblico impiego. È stato consigliere comunale ad Asti per 22 anni, ha ricoperto vari incarichi amministrativi.
Ha lavorato in Consiglio regionale a Torino e presso l'Assessorato alla sanità del Piemonte.
Attualmente è dipendente della Asl di Asti Ufficio relazioni con il pubblico.
È iscritto all'Ordine dei Giornalisti elenco pubblicisti del Piemonte dal 2001.

Sostenitori e partner

Il sito e i materiali promozionali Parada Pogolotti sono stati realizzati con il contributo della Regione Piemonte.
La ristampa del volume Dino Pogolotti, un piemontese all’Avana è stata resa possibile dall’apporto della quote solidali donate all’associazione Radici erranti da Viaggi Solidali e dai suoi viaggiatori.

Il progetto si avvale della collaborazione dell’Ambasciata d’Italia a Cuba. Si sono svolte attività di cooperazione culturale fra le Escuelas Primaria Hermanos Montalvo, Secundaria Basica Josè Testa Zaragoza e l’Istituto Comprensivo Gozzi-Olivetti di Torino e fra il Grupo de Trabajo de los Adulto Mayores e l’Associazione torinese Auser Fuoricasa.
E’ aperto il dialogo con Casa de Àfrica (Inaury Portuondo) e Casa del Alba Cultural (Betsy Rojo Navarro).

Parada Pogolotti opera inoltre per la divulgazione delle produzioni editoriali e cinematografiche dedicate al barrio e alla famiglia Pogolotti, in primis quelle realizzate da Assemblea TeatroUNA Film.
Collaborano con Parada Pogolotti il Comitato Unito – America Latina e Caraibi, già Uni-Cuba dell’Università degli Studi di Torino, la Città di Giaveno e l’Associazione di Amicizia Italia Cuba – Circolo Valsusa.

Passione0
Progettazione partecipata0
Integrazione di competenze0